Dialisi peritoneale ambulatoriale continua

La CAPD è una modalità di dialisi peritoneale eseguita dal paziente su base giornaliera che prevede 3-5 scambi al giorno. Il processo può essere effettuato a casa o al lavoro e le permetterà di avere una vita normale.

Come funziona la CAPD

Con un tubo apposito, chiamato catetere per PD, vengono immessi nell'addome circa 2 litri di liquido di dialisi. Questo processo viene denominato “infusione”. Il processo di pulizia avviene mediante la membrana addominale, che funge da filtro naturale. I prodotti di scarto e l'acqua in eccesso vengono rimossi dall'organismo nel liquido di dialisi attraverso la membrana peritoneale. Questo processo è chiamato “tempo di permanenza”. Dopo 4-12 ore, tale liquido viene drenato dall'addome mediante un processo chiamato “drenaggio”, che dura circa 20-30 minuti. In seguito nell'addome viene immesso un altro liquido sterile, riavviando nuovamente l'intero processo. Il processo di drenaggio del vecchio liquido e d'immissione di nuovo liquido viene chiamato “scambio” e avviene principalmente per gravità. Ad eccezione del tempo necessario per effettuare questi scambi, vale a dire in media 30-40 minuti, 3-5 volte al giorno, il resto della giornata sarà libero di fare tutto ciò che desidera (ad es. lavorare, studiare o persino viaggiare). CAPD

Scorte per la CAPD

Tutto il fluido, i cateteri e le altre attrezzature le verranno recapitati periodicamente a casa. Sulla prescrizione sarà indicata la frequenza e gli orari in cui utilizzare i vari liquidi di dialisi.

Glucosio: il motore per la rimozione dell'acqua

Per estrarre la quantità adeguata di acqua dal suo organismo è necessario che il liquido di dialisi abbia una potenza adeguata. Il liquido di dialisi di norma è costituito da una soluzione di glucosio che attira l'acqua dall'organismo all'interno della membrana peritoneale. Questo processo è chiamato “ultrafiltrazione”.

Formazione

Per poter essere in grado di effettuare autonomamente gli scambi è necessario essere formati a collegare e scollegare correttamente la macchina. Le verrà insegnato come eseguire la procedura di scambio e come identificare e risolvere eventuali problemi. Di solito il periodo di formazione dura una settimana e avviene nel centro di dialisi o l'ospedale presso il quale sarà sottoposto alle prime sessioni.