Realizzare il sogno più grande – nonostante la dialisi

La vita è piena di sfide, ma anche di opportunità. Mi chiamo Ramunė Budrikienė, sono un'imprenditrice e una combattente.

Sei anni fa, mentre preparavo una torta di compleanno per i 60 anni di mia madre, ho capito qual era il mio sogno. Ho semplicemente scoperto di essere molto brava a preparare dolci. Una torta tira l'altra e ora sono la titolare della Sugar Studio, una rinomata pasticceria di Klaipėda, in Lituania. Ho realizzato il mio sogno.

Arrivare dove sono oggi non era per niente scontato. Dopo aver affrontato una malattia autoimmune, la leucemia, diverse infezioni e dopo aver trascorso quasi un anno in ospedale sarebbe stato molto più semplice ignorare questo talento. Ma non potevo.

Perfino l'inizio della dialisi nel 2008 come conseguenza delle malattie non mi ha fermato. Per come la vedo io, piangersi addosso, lamentarsi continuamente e trovare mille scuse non porta a niente. Fin dall'inizio ho saputo che non avrei potuto rinunciare al mio sogno. Dovevo farlo.

Se penso agli ultimi sei anni, il fatto di essermi dedicata anima e corpo al lavoro, alla concorrenza feroce e allo sviluppo di idee sempre innovative invece di pensare costantemente al trattamento e alla dialisi mi ha dato molta energia e molta gioia.

Oltre alla mia straordinaria famiglia, che ha affrontato tutte le difficoltà insieme a me, la mia forza sta nelle mie torte e nei miei dessert. Avere dei sogni e degli obiettivi aiuta a combattere ogni giorno. Se la vita ti pone delle sfide, prepara un'ottima torta.